Programma Amministrativo della Lista Comitato Veggiano

Principi generali

Si vuole che Veggiano diventi un paese in sicurezza dove ognuno si possa sentire realizzato, sia nella sfera pubblica che in quella privata.

Amministrazione in generale

  • Si cercherà di applicare aliquote/addizionali comunali (IMU, Irpef, ecc.) al livello più ridotto possibile e compatibilmente con quanto si troverà in “cassa”; in ogni caso, l’obiettivo è aiutare i cittadini a superare questo brutto momento economico

  • Audit (“fotografia” professionale) dell’ esatta situazione finanziaria (e non solo) del Comune, con comunicazione e discussione dei risultati alla popolazione

  • Sana amministrazione, concentrata sulla vita di tutti i giorni. Quello che va oltre e/o non è previsto da questo programma, si farà dopo vere discussioni consiliari, consigli aperti, referendum/lettere sondaggio, ecc.

  • Niente spese non coordinate; riduzione delle spese non importanti; concentrazione delle risorse sui punti importanti e/o urgenti
  • Si farà subito quello che si può fare senza investimenti elevati, ma che allo stesso tempo è importante per la vita quotidiana dei cittadini.

Sicurezza idraulica e gestione delle emergenze

  • Portare Veggiano alla vera sicurezza idraulica nel più breve tempo possibile.

    Sicurezza idraulica significa opere idrauliche adeguate e fine della cementificazione priva di adeguate analisi/contromisure idrauliche; significa inoltre manutenzione degli argini, sistemazione degli alvei dei fiumi (con rimozione di ostacoli e pulizia del fondo), argini adeguati lungo il Tesinella, monitoraggio della situazione argini del Bacchiglione.

    In poche parole, una visione completamente nuova del futuro del comune

  • Decidere il futuro urbanistico del paese dopo un’adeguata analisi idrogeologica

  • Ristrutturazione (da portare a termine prima delle piogge autunnali) della protezione civile:

    – Una squadra di esperti con tutte le carte in regola, sia fisicamente che dal punto di vista attitudinale e della preparazione; i membri della squadra di esperti devono essere preparati a guidare una squadra di volontari in caso di necessità.

    – Una squadra ausiliaria composta da chi non soddisfa i necessari requisiti per la squadra di esperti, da utilizzare in compiti ausiliari.

  • Aggiornare il Piano comunale di protezione civile

  • Ogni 3 mesi, riunione con il Genio Civile, i consorzi di bonifica, ecc.

  • Emergenze: pianificazione, gestione, organizzazione, ecc. fatti in modo professionale

  • Coordinamento con il vicentino (stato dei bacini di laminazione, piene, ecc.)

  • Corsi per studenti e famiglie: come comportarsi, che fare, ecc.

  • Creazione di un gruppo “idraulico”, anche di pronto intervento, composto dalle persone che meglio conoscono i dettagli della situazione idraulica di Veggiano, incluse le persone con i “capelli bianchi” ed un’ esperienza e una conoscenza impareggiabile.

    Tale gruppo lavorerà a stretto contatto con il sindaco.

  • Appena possibile, acquisto di un veicolo anfibio (o comunque cingolato) di seconda mano, dalle Forze Armate o da altri enti

  • Installare un sistema di allarme (a sirene) per la popolazione

  • Aziende chimiche o simili: monitorare la loro situazione ed essere pronti ad eventuali emergenze tramite collaborazione con le aziende stesse, i vigili del fuoco, ecc.

Sicurezza

  • Stretta cooperazione con le forze dell’ ordine

  • Video-sorveglianza (eventuali registrazioni dovranno essere accessibili per un tempo limitato, e solo dalle forze dell’ ordine) dei punti strategici e di transito, soprattutto verso le zone isolate

  • Corsi di auto-difesa, soprattutto per le donne

Consigli comunali ed ascolto della popolazione

  • La centralità del consiglio; consiglio come luogo di discussione dei problemi e delle prospettive future; ristabilire il diritto di richiesta di parola del pubblico, consigli aperti. Valutare la possibilità di registrare i consigli per i verbali (accesso solo ai diretti interessati ed al personale autorizzato)
  • Per tutto ciò che si dovesse, per cause di forza maggiore, discostare dal programma (o imprevisto o di particolare importanza) consultazione della popolazione; emergenze escluse, ovviamente
  • Al massimo ogni 6 mesi, riunione con la popolazione: confronto diretto
  • Organizzare con i cittadini riunioni di consultazione di “area” (zone precise del comune/quartieri/lottizzazioni)
  • Consigli (anche aperti) dedicati a singole aree del paese

Municipio

  • Apertura degli uffici il sabato mattina (possibilmente con l’ aiuto dei disoccupati).
  • Lasciare fare il loro lavoro ai dipendenti comunali, niente indebite interferenze nel lavoro tecnico
  • Consegna dei documenti richiesti entro i termini di legge, ovvero 30 gg (garante in municipio, possibilmente istituire una commissione costituita da un consigliere di minoranza e da uno di maggioranza)
  • Trasparenza dell’ attività comunale, anche tramite semplici fotocopie distribuite a tutta la popolazione
  • Revisione dell’ informatizzazione
  • Corsi per i dipendenti ove necessario

Strade

  • Strade ordinate ed in sicurezza
  • Aggiustare/sistemare appena possibile via S. Zeno e via Chiesa, oltre ad altre strade che risultino in condizioni non adeguate.

    In ogni caso, mettere perlomeno in sicurezza i punti più critici in caso il bilancio comunale che si riceverà “in eredità” non sia adeguato; appena possibile, si procederà poi con lavori completi, soprattutto in casi molto costosi (ad esempio, via S. Zeno)

  • Rimettere come prima la piazza di Veggiano, per ovviare agli ingorghi ed al pericolo attuali, soprattutto per i bambini delle scuole

  • Dossi (non invasivi) in punti particolarmente pericolosi (ad esempio, V. Pelosa B a Trambacche)

  • Eliminazione dei dossi inutili e/o problematici

  • Fermata della corriera in via Canova ed altri punti importanti (si provvederà a consultare la popolazione).

Sociale

  • Possibilmente, centro di analisi mobile a Veggiano, idealmente anche assistenza pediatrica ed anziani.

  • Punto di primo soccorso (anche su accordo con altri paesi). A questo proposito, si valuterà il modo di ottenere i locali ed il personale necessario.

  • Ristabilire il tessuto sociale dei paesi, fare uscire dall’ isolamento zone abbandonate a sé stesse

  • Organizzare attività di socializzazione, sia locali nelle frazioni e nelle lottizzazioni/vie/aree specifiche, sia generali per tutto il comune

  • Mamme che lavorano: esplorare la fattibilità di iniziative auto-gestite per tenere i bimbi

  • Far si che la sagra di Trambacche si svolga di nuovo.

Giovani

  • Supportare l’ attività sportiva e le associazioni del settore

  • Evento musicale dedicato loro (sagra dei giovani, con stands, ecc.)

  • Spendere per i bambini/giovani (incluso un vero parco giochi attrezzato) invece che per parchi costosi e non adeguati

  • Parchi giochi per i bimbi delle aree decentrate (Capitello, ecc.)

  • Consiglio comunale dei ragazzi

Anziani

  • Individuare attività specifiche (momenti di aggregazione, tombola, ecc.)

  • Individuare uno spazio (anche auto-gestito) dedicato agli anziani, possibilmente con il bar.

Disabili

  • Supportare i gruppi/associazioni

  • Eliminazione delle barriere architettoniche, soprattutto ove questo sia di facile realizzazione (ad esempio, installare una rampa di accesso alla biblioteca)

  • Quando finanziariamente possibile, installare un ascensore in municipio.

Disoccupati

  • Dare lavoro in Comune ai disoccupati come “ausiliari”

  • Aiutare per quanto possibile le persone a trovare lavoro

  • Postazione internet in comune dedicata a chi cerca lavoro (con consiglio di siti, ecc.)

  • Garantire agevolazioni (ad esempio, il Comune potrebbe assumersi l’ onere di parte delle spese per eventuali pratiche comunali)

  • Corsi per i disoccupati.

Computer e internet

  • Corsi base di uso del computer e di navigazione (sicura) in rete, soprattutto per i bambini ed i ragazzi

  • Corsi per tutti di sicurezza informatica

  • Banda larga-internet: garantire, anche tramite i giusti settaggi, una vera banda larga a Veggiano che consenta una trasmissione reale dei dati per tutti.

Varie

  • Curare il rapporto con comuni limitrofi/enti terzi/associazioni

  • Energia alternativa a Veggiano.

    L’obiettivo di lungo termine è cercare di avviare il comune verso la (perlomeno parziale) indipendenza energetica

  • Immondizia, valutare la situazione ETRA, la qualità del servizio, ecc.

  • Valutare per bene la formula vigili: da soli od in cooperazione?

    Valutare (incluso il costo) anche con la popolazione

  • Spazio attrezzato per gli animali a Veggiano

  • Assicurarsi che le attività su larga scala rispettino le norme e che la tutela della salute pubblica sia assicurata.

Gestione generale

  • Gestione professionale di tutto, secondo i principi del Project/Programme Management (gestione progetti/programmi); questo garantirà significativi risparmi.

Veggiano, 31 marzo 2012

Advertisements

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s