Alluvionati di Veggiano e contributi – Informazioni

Abbiamo preso questi dati dal sito ufficiale http://www.venetoalluvionato.it, e piu’ precisamente dalla pagina http://www.venetoalluvionato.it/quadro-a-quesiti-soggetti-privati/ (01 ottobre 2011).

Abbiamo semplicemente riportato alcune parti che ci sembrano degne di nota (e, secondo noi, da confrontare con quanto detto dal Comune nei due incontri con gli alluvionati) e … i grassetti sono nostri.

Speriamo anche di non avere fatto errori nelle citazioni, comunque controllate nel testo originale, eh!

Anche perche’ ci sono tanti altri quesiti e tutti i testi integrali, compreso chi (se del caso) ha posto il quesito 🙂

Il Comune di Veggiano non appare tra i richiedenti.

Abbiamo usato i dati del sito perche’ e’ il sito ufficiale e sono in forma scritta: riportiamo semplicemente delle parti scelte, poi sta’ a voi 😉

————

‘ARGOMENTO

DETERMINAZIONE DEL DANNO E LIQUIDAZIONE DEL CONTRIBUTO’

‘QUESITO

Determinazione del danno e liquidazione del contributo da parte dei Comuni’

‘PROPOSTA DI RISPOSTA

‘La determinazione definitiva del danno ammissibile e del conseguente contributo assegnabile, che sarà attuata dai Comuni entro la data del 15 ottobre 2011, non potrà eccedere complessivamentela quantificazione originaria come inserita nell’apposito programma on-line.

Il saldo del contributo a favore dei beneficiari dovrà essere liquidato sulla base della documentazione attestante la spesa sostenuta per il ripristino del danno subito, così come accertato dai tecnici e dagli uffici comunali, e sulla base dei prezzari approvati con O.C. n, 22/2011.

Il contributo è calcolato secondo le percentuali e i tetti massimi previsti dalla OPCM 3906/2010.

—–

‘ARGOMENTO

CONTRIBUTI PER RIPRISTINO DEI BENI IMMOBILI DANNEGGIATI DESTINATI AD ABITAZIONE PRINCIPALE’

‘QUESITO

In quali casi vanno riconosciuti i contributi destinati al ripristino dei beni immobili danneggiati previsti dall’art. 4, commi 1 e 2 della OPCM 3906/2010?’

‘PROPOSTA DI RISPOSTA

‘L’OPCM 3906/2010 prevede, all’art. 1, comma 3, lettera c), l’erogazione di contributi destinati al ripristino dei beni immobili danneggiati destinati ad abitazione principale.

A) Nel caso previsto dal comma 1 dell’art. 4 della OPCM 3906/2010, il contributo è volto a favorire il rapido rientro nelle unità immobiliare danneggiate ovvero rese inagibili, per le spese di ripristino di ciascuna unità abitativa, e il ritorno alle normali condizioni di vita.

Il richiedente è colui il quale dimora abitualmente nell’unità abitativa interessata e può essere il proprietario dell’immobile, o il titolare di un diritto reale sullo stesso, ovvero l’eventuale locatario/conduttore.

Il contributo concedibile massimo è pari al 75% del danno accertato, nel limite massimo di € 30.000,00, e sarà erogato su presentazione di fatture e scontrini fiscali riferibili al richiedente…’

‘… Il contributo massimo concedibile è pari al 75% della spesa sostenuta per la demolizione e ricostruzione, la nuova costruzione o l’acquisto di una nuova unità abitativa nello stesso comune o in un altro comune…’

—–

‘ARGOMENTO

DETERMINAZIONE AMMONTARE DEL CONTRIBUTO PER DANNI A BENI MOBILI PRIVATI’

‘QUESITO

Il limite d’importo di 1.000,00 Euro è riferito ad ogni singolo bene o alla somma dei beni danneggiati?’

‘PROPOSTA DI RISPOSTA

Ad oggi il limite d’importo di Euro 1.000,00 è riferito ad ogni singolo bene sulla base della spesa sostenuta per il riacquisto o della spesa sostenuta per la riparazione del medesimo bene.’

—–

‘… ARGOMENTO

AMMISSIBILITÀ A CONTRIBUTO LEGNAME PER RISCALDAMENTO’

‘QUESITO

E’ possibile riconoscere la scorta di pallets per riscaldamento? Se si in quale modo?’

‘PROPOSTA DI RISPOSTA

La richiesta non è ammissibile a contributo in quanto non rientra tra le fattispecie previste dall’OPCM 3906 ed inoltre trattandosi di bene di consumo, non è dimostrabile l’effettiva consistenza quantitativa del materiale in questione.

—–

‘… ARGOMENTO

AMMISSIBILITÀ A CONTRIBUTO PER ANNESSO RUSTICO’

‘QUESITO

Premesso che il richiedente il contributo per danni relativi ad annesso rustico, non titolare di azienda agricola, ha presentato la propria domanda sul modulo per privati (abitazione principale), si richiede se possa essere considerata regolare la presentazione su modulo privati e quindi si possa erogare l’acconto previsto dall’OPCM n. 3906/2010.’

‘PROPOSTA DI RISPOSTA

La domanda è ammissibile a contributo purché l’annesso rustico sia pertinenza dell’abitazione principale con classificazione catastale C/2.’

—–

‘… ARGOMENTO

DEFINIZIONE BENI VOLUTTUARI’

‘QUESITO’

‘… Chiede di avere conferma circa gli orientamenti sopra indicati.

‘PROPOSTA DI RISPOSTA’

‘… Si conferma la non ammissibilità a contributo delle richieste relative ad auto e moto d’epoca ed al mosaico artistico di piscina personale. Tali richieste di contributo, non essendo relative a beni di prima necessità strettamente necessari al ritorno a normali condizioni di vita, rappresenterebbero una forzatura rispetto ai principi generali sottesi alla stessa OPCM.

Quanto ai beni vari non di prima necessità: nei limiti fissati dall’art. 4 dell’OPCM 3906, tali richieste sono ammissibili a contributo in misura forfettaria secondo le determinazioni adottate dal singolo Comune e nella misura massima di una unità per ogni tipologia di bene riferita a ciascun singolo richiedente il contributo ed in misura comunque non superiore ad una unità per nucleo familiare.

—–

‘ARGOMENTO

AMMISSIBILITÀ A CONTRIBUTO SPESE DI PULIZIA E SGOMBERO RIFIUTI SOSTENUTE DA PRIVATI’

‘QUESITO

Le spese per la straordinaria pulizia e sgombero di rifiuti sostenute da privati sono ammesse a contributo?’

‘PROPOSTA DI RISPOSTA

La richiesta è ammissibile a contributo.

I privati vedranno riconosciuti soltanto gli smaltimenti effettuati e dimostrati antecedentemente alla promulgazione dell’Ordinanza commissariale n. 8/2010.

I termini sono stati poi prorogati con ordinanza 4 del 1.2.2011 e pertanto i rifiuti continuano ad essere definiti rifiuti urbani e dovranno essere rimossi dall’Amministrazione comunale. Le relative operazioni di rimozione dei rifiuti sono a carico del Comune.

—–

‘ARGOMENTO

AMMISSIBILITÀ A CONTRIBUTO MAGGIORI CONSUMI DI ACQUA, ENERGIA ELETTRICA E GAS’

‘QUESITO

Le maggiori spese per consumi di acqua luce e gas, rispetto a quelli ordinari, legate alle attività di ripristino dei danni sono ammesse a contributo?’

‘PROPOSTA DI RISPOSTA

Sono riconoscibili le spese di cui al quesito proposto nell’ambito delle attività di ripristino del danno qualora le stesse siano compatibili e direttamente conseguenti all’evento alluvionale e propedeutiche alla realizzazione dell’intervento stesso. I maggiori consumi, inoltre, devono essere ricollegabili al ripristino dell’unità abitativa principale o sue pertinenze (categoria catastale C/2). L’importo riconoscibile sarà documentato dalle bollette relative al periodo di riferimento confrontate con il consumo medio degli ultimi tre anni nel medesimo periodo.

—–

‘ARGOMENTO

AMMISSIBILITÀ A CONTRIBUTO SPESE PER ACQUISTO DI CAPI DI ABBIGLIAMENTO IN SOSTITUZIONE DI QUELLI DANNEGGIATI’

‘QUESITO

Le spese per l’acquisto di capi di abbigliamento in sostituzione di quelli danneggiati sono ammesse a contributo?’

‘PROPOSTA DI RISPOSTA

È ammissibile a contributo la spesa sostenuta per il riacquisto di abbigliamento qualora venga dimostrata la perdita generalizzata di capi di guardaroba in misura tale da pregiudicare le condizioni di vita dei cittadini. In tal caso si ritiene che la spesa per la ricostituzione di un guardaroba tipo (es:: un cappotto, un maglione, due pantaloni, due paia di scarpe, due camice, ecc…) possa essere stabilita in 1.000,00 Euro a persona.’

—–

‘ARGOMENTO

SANIFICAZIONE DEGLI EDIFICI DEUMIDIFICAZIONE DELLE MURATURE’

‘QUESITO

Le spese per la sanificazione degli edifici e la deumidificazione delle murature sono ammesse a contributo?’

‘PROPOSTA DI RISPOSTA

Sono riconoscibili le spese di cui al quesito proposto nell’ambito delle attività di ripristino del danno qualora le stesse siano compatibili e conseguenti all’evento alluvionale e propedeutiche alla realizzazione dell’intervento stesso. L’importo riconoscibile sarà documentato dalle bollette relative al periodo di riferimento confrontate con il consumo medio degli ultimi tre anni nel medesimo periodo.’

—–

‘…ARGOMENTO

AMMISSIBILITÀ A CONTRIBUTO SPESE PER DANNI AD ORTI E GIARDINI PRIVATI’

‘QUESITO

è possibile erogare il contributo per la sistemazione di giardini ed orti privati ?’

‘PROPOSTA DI RISPOSTA

La sistemazione dei giardini non appare ammissibile a contributo

—–

‘… ARGOMENTO

AMMISSIBILITÀ A CONTRIBUTO SPESE PER DANNI A PISCINE E CAMPI DA TENNIS ANNESSI AD ABITAZIONI PRIVATE’

‘QUESITO

è possibile riconoscere i danni a campi da tennis e piscine quali accessori di abitazione principale?’

‘PROPOSTA DI RISPOSTA

Non appaiono riconoscibili trattandosi di beni voluttuari.

Advertisements

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s